IMG_6199

Metaverso e Big Tech: quali opportunità per Facebook?

Annunciati altri investimenti in Europa, possibile re-branding e nuove opportunità. Facciamo il punto sul metaverso inseguito da Zuckerberg.

Metaverso: di che parliamo?

Se vogliamo trovare le origini della parola “Metaverso” dobbiamo tornare al 1992, precisamente tra le pagine di “Snow Crash”. L’autore, Neal Stephenson, proponeva un viaggio completamente visionario per l’epoca con tecnologie ancora considerate futuristiche come la realtà virtuale, gli smartphone e la realtà aumentata. Questo tipo di esperienza virtuale altamente immersiva viene appunto definito per la prima volta “metaverso”. Termine e viaggio verso cui stanno andando tutte le big tech 30 anni dopo. Per Matthew Ball, investitore e managing partner dell’azienda di venture capital EpyllionCo, il “metaverso” rappresenta un rete infinitamente ampia formata da mondi 3D “in grado di supportare una continuità di oggetti, storie, identità e pagamenti i quali possono essere fruiti contemporaneamente da un numero illimitato di utenti”. I pareri sono discordanti: il “The Washingotn Post” lo definisce addirittura come la nuova versione di Internet, per il Financial Times invece è un semplice rebranding della realtà virtuale, che non è mai riuscita a rispettare le grandi aspettative che portava con se dalla communità tech. 

Il ruolo di Facebook e gli investimenti in Europa

Nel comunicato stampa diffuso il 17 Ottobre 2021 Facebook definisce il metaverso come “una nuova fase delle esperienze virtuali interconnesse, tramite l’uso di tecnologie come la realtà virtuale e la realtà aumentata”. Agli investimenti già rilvanti nell’ultimo periodo Facebook ha annunciato anche l’aumento della ricerca in Europa, volendo consolidare l’impegno e la centralità che la regione ha per l’azienda. L’altro elemento, legato ai recenti scandali che hanno travolto il gigante tech, è proprio quello di uno sviluppo socialmente responsabile. Per questo i programmi di R&S fin dall’inizio hanno coinvolto “comunità interessate ai diritti umani e ai diritti civili per garantire che queste tecnologie vengano costruite in modo tale da essere inclusive”.

Le nuove opportunità di mercato

Il pensiero comune a tutti è che il metaverso sarà un’evoluzione necessaria, capace di riscrivere totalmente le regole del gioco. La “presenza virtuale” cambierà totalmente, l’esperienza interattiva sarà molto più coinvolgente e paradossalmente simile a quella del mondo reale. In che modo? Con che dinamiche? L’unica cosa che sappiamo al momento è che ci saranno opportunità creative, sociali ed economiche completamente differenti da quelle odierne. Per l’ennesima volta vengono riscritte le regole del gioco e i brand dovranno iniziare una nuova gara, dallo stesso di partenza. Pronti?

Torna su